3

Un’avventura

Pubblicato il 31.7.15

di Fabio Di Giacomo

Un'avventura.
imageQuesta è la parola che meglio rappresenta la mia partecipazione a questa gara.
Un'avventura partire nel cuore della notte con la frontale accesa e correre per 80 km lungo tutto l'arco delle Piccole Dolomiti. Salire e scendere tra le "mie" amate montagne, dove tante volte sono stato e alle quali sono legati tanti ricordi. Un sogno che si è concretizzato dopo più di un anno d'attesa, di preparazione e allenamenti impegnativi.
Passato il "grande" evento, mi rimangono impressi momenti che difficilmente dimenticherò:
- l'aspra salita al monte Alba, percorsa sotto l'infuriare del temporale con tuoni e fulmini che mi ballavano attorno;
- l'emozionante ascesa in solitaria al Pasubio, attraverso la spettacolare strada militare delle 52 gallerie,con stupendi squarci sulla pianura veneta;
- l'entusiasmo dei miei familiari venuti a sostenermi a metà percorso;
- la durissima salita per arrivare sul massiccio del Carega;
- il rigenerante ristoro degli Alpini al rifugio Scalorbi con la provvidenziale minestra calda,vero toccasana dopo i problemi intestinali della notte;
- il calvario della discesa finale, senza più una goccia di energia in corpo. In quegli interminabili momenti ho capito il significato profondo della frase che dice: "Ad un certo punto non si corre più con le gambe, ma si corre soprattutto con la testa";
- la gioia degli ultimi metri, la passerella finale del traguardo con Debora, i miei genitori e mia sorella che mi aspettavano con trepidante attesa all'arrivo.

Alla fine di questo lungo weekend in terra veneta, una grandissima soddisfazione per un imprevisto quanto sorprendente terzo posto finale.
Complimenti al mio compagno di squadra Stefano Bellini, partecipante alla versione corta, di comunque 40 km, e finisher in 9º posizione in 4 ore e 53 minuti, anche lui molto soddisfatto e felice sia del percorso che della prestazione.

image

Un ultimo pensiero a Debora, mia amata compagna, sempre accanto a me; e alla mia famiglia che con incredibile entusiasmo sostiene e segue queste mie pazze imprese.
Vi voglio bene.

Fabio

3 commenti
  1. Silvano 31 luglio 2015 14:30  

    Sempre meglio Fabio !!!
    Complimenti anche a Stefano.

  2. stefania 10 agosto 2015 17:32  

    Ma quanto sei bravo !
    grande anche Stefano !

  3. Il Poggio 12 agosto 2015 08:46  

    E da precisare che Fabio è in testa alla Skymarathon Italian Series dopo tre prove. Fantastico!!!