1

Racconto di Fabio Di Giacomo

Sebbene sia di origine veneta, i colli Euganei non essendoci mai stato non li conoscevo. Così, quando sono venuto a conoscenza di questo trail, ho pensato che poteva essere l'occasione giusta  per colmare questa lacuna. In più, un opportunità per andare a trovare la mia famiglia.
Sabato mi metto in viaggio, direzione Vicenza, quindi serata e pizza in famiglia, e organizzazione della giornata domenicale. Si perché i miei genitori, mia sorella e Debora, hanno intenzione di farsi un bel giro in mountain bike  per poi aspettarmi all'arrivo.
Le previsioni meteo promettono bel tempo, e infatti domenica mattina quando esco di casa c'è una bellissima giornata.
Arrivo prestissimo, alle 7 meno venti ho già parcheggiato,  anche se la gara parte alle 8. Mi piace arrivare presto e godermi i preparativi, assaporare il clima e vedere le persone arrivare. Infatti, poco dopo è già un brulicare di persone, di voci e di colori, di piacevole confusione.
imageCon calma comincio i preparativi di rito. È un pò freddo perché il sole è ancora nascosto, ma mi vesto  comunque leggero perché poi si prevede che farà caldo.
Il percorso è molto bello, e segue pari pari l'alta via numero 1 che fa il giro dei colli con i molteplici colori della primavera, ciliegi in fiore e campi fioriti. Un continuo saliscendi, di ripide salite e repentine discese, tratti nel sottobosco di single-track, falsopiani di strade bianche, ma sempre tutto molto corribile.
La gara scorre via veloce, i km passano via in un attimo, cerco però di non forzare troppo il ritmo, perché la corsa è  lunga e impegnativa, 42 km con 2000 mt di dislivello, e l'ultima salita posta a circa 8 km dalla fine, il monte della Madonna, ( così detto perché dopo la terribile salita capita che in cima si possano avere  visioni mistiche ....), viene descritta come molto impegnativa.
Finalmente oltrepasso anche  l'ultima asperità di giornata, e via a capofitto per gli ultimi km della discesa finale. Incomincio a sentire la voce dello speaker, arrivo alle prime case di Villa di Teolo, da dove siamo partiti,  e all'ultima curva posta prima  dell'arrivo, la mia famiglia e Debora che mi aspettano e mi incitano, io che quasi mi emoziono nel vederli quanto sono felici, e loro forse  sono quasi più felici di me!!! 
Che soddisfazioni!
Questo fa dimenticare di colpo fatica, la  stanchezza, e ripaga ampiamente di ogni sforzo fatto.

image
La gara viene vinta dai favoriti della vigilia, Christian Modena e Lisa Borzani. Io concludo al 6º posto, con un inaspettato tempo di 3:47'52", che va oltre ogni mia più ottimistica previsione, che era di stare attorno alle 4 ore.
Beh, la classica ciliegina sulla torta di un weekend perfetto!
Fabio

1 commenti
  1. silvanoc 16 aprile 2015 11:34  

    Complimenti
    Sempre più forte !!!