4

Giir di Mont 2014

Pubblicato il 28.7.14

imageSpagna, Romania, Norvegia, Italia, Marocco. Basta elencare le nazioni dei primi cinque classificati nella gara lunga per farsi una domanda: perché questi atleti salgono a Premana in una domenica di luglio e partecipano a questa gara che non assegna nessun titolo internazionale? La spiegazione l'ha data il primo classificato; perché qui la gara la fanno il pubblico e gli oltre 200 volontari che trasformano queste due skyrace in una festa pazzesca.

Due distanze: la lunga di 32 km e 2400m D+ e la corta di 18 km e 1200m D+. Si tratta di transitare tra gli alpeggi attorno a Premana, i mont nel dialetto locale. Il bello è trovare veramente tantissima gente lungo il percorso che grida e incita tutti, suona i campanacci e ti chiama per nome in quanto è scritto bello grande sul pettorale. Pubblico che può seguire la gara anche nella piazza centrale grazie al maxi schermo installato e collegato con le telecamere poste sul percorso che mandano in diretta le gesta degli atleti. L'arrivo è da brividi tra due ali di folla che si allunga per darti il cinque anche se non sei per niente un campione. Non a caso la Rai ha fatto la diretta dalle 11 alle 12,30 Arrivo Kilianper raccontare le fasi finali della gara e raccogliere le impressioni dei primi atleti.

Le sorprese non mancano. La gara corta è stata vinta a tempo di record da un ragazzo svizzero di soli 17 anni, Roberto Delorenzi. E non era il più giovane in quanto era presente un ragazzo di Premana di 16 anni come pure non è voluto mancare il meno giovane, Toni Gianola di 85 anni. Ha poi stupito e commosso il gesto di Fabio Bazzana che dopo una gara da incorniciare, ha tagliato il traguardo al quarto posto spingendo, per gli ultimi 100 metri, la sedia a rotelle di una ragazza disabile felicissima dell'inaspettato evento. Arrivo Bazzana

Torno da questa gara felice, avendo corso bene e divertendomi. Ho tentato di spingere in salita ma le gambe erano un po' pesanti. In discesa sono riuscito a fare un buon ritmo recuperando svariate posizioni.

Ancora una volta Premana non ha deluso le aspettative.

Il Poggio

4 commenti
  1. Anonimo 28 luglio 2014 17:14  

    Poggio skyrunner number one!! Le più belle, le più internazionali, le più vissute dagli atleti e dal pubblico e quindi probabilmente le più emozionanti le hai fatte. Ogni volta si legge la passione e l'entusiasmo che ci metti. Tanto di cappello! Bravo Ciao
    Alberzek

  2. De Mieri 28 luglio 2014 19:02  

    Passione,volontà ed entusiasmo! Tanti complimenti per come l'hai vissuta!!!

  3. STEFANO 28 luglio 2014 19:10  

    grande Poggio, sempre più in alto!
    Styv

  4. Dario Corà 29 luglio 2014 07:07  

    Complimenti Poggio...;))))