3

image

Oggi 16 luglio, in una giornata splendida di sole e povera d’afa, un manipolo di 5 intrepidi valbossini decide di cimentarsi nella famosa  TRAVERSATA A NUOTO DEL LAGO DI MERGOZZO  ufficialmente di 2.300m ma con i dati Google Maps sicuramente più corta (2.150m).

Clima pre gara solito per queste competizioni; i papabili vincitori che si scaldano già di buon ora e i tapascioni che bevono l’ultima birra prima della “nuotatina” mattutina.

Io sono come sempre nervoso, anche se sono consapevole di quelle che sono le mie possibilità, vivo le competizioni di tutti i tipi e generi troppo emotivamente e l’ansia è appollaiata sulla mia spalla destra.

Comunque don’t worry, keep calm, mettiamo le mute e ci infiliamo in acqua, magari l’ansia annega.
Voglio prendermela comoda e mi dico di stare dietro, però sarà la voglia di stare con gli amici o altro e mi ritrovo davanti ad un canoista che mi intima di arretrare; sembra di essere al Piede d’oro.  << Indietro, indietro, altrimenti non si parte, indietro>>, ma tanto non arretra nessuno.
Finalmente l’alter ego del De Mieri spara il fatidico colpo di pistola e via, si parte!

Collaudo la muta nuova smanicata, altra cosa rispetto alla costrizione che patisco con quella maniche lunghe; mi accodo ad alcuni nuotatori ma sono troppo veloci, li lascio andare a malincuore, ne arriveranno altri più abbordabili; io ho bisogno di riferimenti.
Finalmente mi affianca un tizio che nuota a crudo, mi accodo, tanto non è una triathlon NO DRAFT e ne sfrutto lascia; forse un po’ troppo e toccandogli i piedi lo infastidisco. Si lascia sfilare ed ora sono io a generare per lui la scia che ti trascina e di aiuta ad andare più veloce.
E così, alternandoci come due ciclisti in fuga, facciamo del nostro meglio per portare a termine la nostra fatica.
Gli ultimi 300m li faccio al mio meglio, uso le gambe che , causa i soliti crampi, avevo fino ad allora trascinato. La loro propulsione si sente, abbandono il mio improvvisato compagno di viaggio e sbarco sulle agognate rive di Mergozzo dopo 44 minuti e 14 secondi NON CI CREDO.

484 ISCRITTI
CIRCA 450 PARTENTI

203° IURATO ALBERTO         40’ 34’’
236° BERNARDI STEFANO    42’ 25’’
253° PILOTTI CLAUDIO          44’ 14’’
261° CROSTA SILVANO         44’ 33’’
312° TREMEA FLAVIO            49’ ’53’’

image

image

3 commenti
  1. silvanoc 16 luglio 2017 18:54  

    Bella giornata ... Ma che brutte facce quei 2 ceffi !!!

  2. pilo 17 luglio 2017 07:26  

    Col gruppo nuoto e triathlon della Valbossa DIVERTIMENTO ASSICURATO

  3. STEFANO 17 luglio 2017 19:00  

    grandissimiiii