1

WEEK END VALBOSSINO

Pubblicato il 4.7.16

Riuscitissima e bella serata quella di mercoledì in occasione del nostro 3000 sociale in pista a Sumirago e valevole come 7º prova del trofeo Qualità. 32 atleti hanno portato a termine la loro fatica, di cui 28 valbossini. Per la cronaca, per i nostri colori i più veloci sono stati Luciano Giamberardino (10'28") e Rita Grisotto (12'10").

Un ringraziamento particolare va fatto a Marco e Gilda per il "terzo tempo" svoltosi a casa loro, con buon cibo, musica, balli e l'allegria valbossina!

Sempre per rimanere in tema trofeo qualità, ricordo l'importante evento di martedì sera, la "Stramazzate",cronoscalata della salita della Maccana con i "famigerati" 46 scalini finali che portano alla splendida location del piazzale Belvedere di Azzate. A seguire poi, musica dal vivo con "ALFA E LE MINE VAGANTI" e panino salamella e patatine per reintegrare le energie spese!

Vi aspettiamo numerosi!!!

La settimana scorsa si è svolta la 18ª edizione del giro podistico a tappe della Val di Fassa. 5 tappe con una media di 10,44 km per un totale di 52,2 km. Ci hanno rappresentato: Fabio Bosetti 37º in 4:59'07"; Gianni Zonca in 70º 5:26'12" e Lizia Rodari 120º in 6:01'28". Bravissimi e complimenti!

Venerdì a Rovate, si è corsa la 21ª edizione della "Strarovate", manifestazione che raccoglie sempre tanta partecipazione, erano ben 500, con un percorso di circa 5,3 km. Segnalo, dopo il malore della settimana scorsa, il ritorno, vincente alle gare di Sabina Ambrosetti.

Sabina Ambrosetti, che evidentemente recuperata fisicamente , domenica a Samarate, per la consueta tappa del piede d'oro, conquista un altra vittoria! Brava e complimenti!

È qui lascio la parola a Valentina Vignola, che torna dopo qualche settimana di assenza con la sua Cronaca Rosa:

03/07/2016: summer is magic è il tema della mia breve cronaca di oggi e le Sciure ne sono le note musicali protagoniste. Certo è che svegliarsi di domenica mattina poco dopo le 6 per la consueta tappa del pdo di Verghera è da cucu’! Comunque… a noi piace e, a dire il vero, l’ultimo accesso su whatsapp della piccola Grande Rita in questo giorno risulta alle 5.44. Quanto ti ho pensato tra il terzo ed il quarto km. Rita?! Tu, lontana, con 35° ( che in Russia quando mai si son sentiti!!! ) due panni addosso, ma vestita di quel coraggio che pochi hanno tatuato sulla pelle, già con le scarpe battenti quell’interminabile strada lunga piu’ di 42 mila metri ed è il pensiero di te che mi ha permesso di non dar spazio a quelle ombre che ultimamente offuscano la luce competitiva delle mie gare. Sarà la stanchezza del post giro del varesotto oppure un momento in cui nella mia “testa” sono altri i pensieri in prima linea, e c’è carenza di carburante, quindi occorre una pronta soluzione: lo spirito delle Sciure! Quelle Sciure che mercoledì sera hanno incendiato la pista di Sumirago nei 3000, fra un gustosissimo moscerino e l’altro!

E proprio in un tratto di bosco di Samarate, una domanda profonda mi ha restituito la giusta e determinante concentrazione: quando una ragazza diventa una donna? E fra le 100 risposte piu’ oggettivamente scontate, una ha avuto la meglio! Quando impara ad amare le altre donne; concedetemi il termine profondo che non vuol altro, se non riuscire ad enfatizzare quel sentimento di rispetto e di stima, disinteressati, che si arriva a provare in questi semplici casi di vita sportiva. Mi viene difficile placare il desiderio di parlare di donne come Sailor Sabi che osano, superano, esagerano, cadono ed armate si rialzano come se nulla fosse ed è in questa voglia di scrivere che percepisco emancipazione, complicità ed unione fra “femmine” che hanno voglia di sostenersi e difendersi dalla partenza fino all’arrivo, di allenarsi duramente per mesi fino a raggiungere l’obiettivo, ciascuna nei propri tempi e con i propri ritmi, ma insieme. Quindi bravissima Rita che in 3h e 30 hai marcato questa squadra con una nuova ed unica esperienza ed hai dimostrato con tono dolcemente materno ad una “cucciola” come me che non ci sono traguardi irraggiungibili! Quindi brava Sailor Sabi che hai saputo rialzarti come se nulla fosse per riprendere lo scettro senza esitazione e quindi ancora brave tutte le Sciure che ad ogni gara colorano di fucsia la passione sportiva nelle vesti delle leprotte ( e qui penso alla Barbara Pierini e alla Monica De Santis ) o delle cacciatrici ! E da Crugnola è tutto, a Voi Runners.

Valentina"

Torniamo alla cronaca per segnalare che nella giornata di sabato, a Fiera di Primiero (TN), per la Primiero Dolomiti Marathon, presenti Luigi Feroldi e Gianluca Guidali che terminano la loro prova assieme con il tempo di 4:54'10". Complimenti!

Domenica invece, a Vestone (BS), decima edizione della 3 Campanili half marathon, presente Anna Vannetti, che conclude la sua prova con il tempo di 2:30'53". Bravissima

Segnalo anche la presenza di Mauro Rodighiero alla Rimasco- rifugio Massero, gara di salita in montagna di circa 10 e 1200 mt.

Buona settimana a tutti,

Fabio Digi

image1

1 commenti
  1. tillo 4 luglio 2016 22:17  

    grande "RITINA"......!!!!!