7

clip_image002Anche quest'anno, uno sparuto ma grintoso gruppo di Valbossini, composto da 6 atleti, ha corso la Val di Fassa Running, quella che fino a 2 anni fa si chiamava Traslaval.
La formula della competizione è sempre la stessa: 5 tappe di corsa in montagna in una settimana, tutte dai 10 ai 14/15 km, con partenza ogni giorno da un paese diverso della Val di Fassa, per un totale di una sessantina di chilometri corsi, dislivelli notevoli, il tutto su strade militari o sentieri ben tenuti, poco asfalto, quest'anno anche molta discesa ridotti al minimo i tratti tecnici e pericolosi.
L'edizione di quest'anno è stata funestata dal maltempo e dal freddo: La seconda tappa di Campitello, prevista per lunedì 25 giugno è stata rinviata per neve a mercoledì, nella notte sono scesi oltre 20 cm di neve già a quota 1.800 m. così, per non correre inutili rischi, (la tappa prevedeva lo scollinamento a oltre 2000 m), gli organizzatori hanno giustamente deciso di rinviare la tappa, quindi il giorno di riposo l'abbiamo fatto subito .... Ora 4 tappe di fila... Ma non è finita: gli altri giorni abbiamo corso normalmente, nulla da segnalare a parte il Mal di gambe, poi da giovedì sera a venerdì mattina sono scesi ancora 30 cm di neve, proprio in corrispondenza del tappone dell'ultimo giorno, da Moena all'Alpe Lusia, partenza poco oltre 1300m, arrivo a 2200, in circa12 km.
La tappa era a rischio annullamento, alla fine gli organizzatori, iniziando a lavorare all'alba, sono riusciti a rinviare la partenza di solo un'ora, consentendo di sgomberare per quanto possibile il percorso dalla neve, e lo hanno accorciato di quasi 3 km eliminando i punti più pericolosi. Grandi!!!
Siamo partiti da Moena alle 10.30 con 3°, sotto una leggera pioggia, la neve comparirà a circa 1700m.
Tutti indecisi sull'abbigliamento da adottare, personalmente ho pensato che se lì c'erano 3° a 2200 sicuramente ce ne sarebbero stati meno, poi soffro di più il freddo del caldo, quindi maglia termica, e sopra felpa Valbossa invernale, quella bianca, guanti, pantaloncini mezzagamba, massigen riscaldante, e se avessi avuto un cappello l'avrei usato.
Mi chiedo se sia veramente il 28 giugno...tutto riporta al mese di gennaio.
Comunque è andato tutto bene, il freddo e la neve hanno solo reso questo tappone veramente epico accentuando fatica e disagi, rimarrà a lungo nelle nostre teste.
Alla fine, anche noi Valbossini siamo stati epici: inaspettatamente, con soli 6 atleti iscritti, siamo arrivati 4^ società, con punteggio calcolato sulla somma dei migliori 5 tempi di ogni squadra. Mitici!
L'ottimo risultato, è dipeso dalle buone prove di Fabio Bosetti, all'esordio nella competizione, Anna Reggiori ( 3^ di categoria), i forti scalatori Mario Perucchini ( 5° di categoria) e Gianni Zonca, Lizia che è ha completato tutte le tappe nonostante fosse infortunata, mentre io non sono andato molto bene, ma sono comunque soddisfatto per aver concluso tutte le tappe e aver fatto la mia piccola parte.
Sempre bella questa corsa a tappe, ma la neve qui voglio rivederla solo durante la settimana bianca.

Buone corse

Gabriele

Fotografie

7 commenti
  1. president 2 luglio 2013 08:18  

    Complimenti a tutti per aver onorato il nostro gruppo!!!

  2. tillo 2 luglio 2013 10:58  

    vi ho seguito col pensiero e grazie a te anche quasi fisicamente vi ho invidiato, la prossima edizione spero di esserci
    complimenti a Lizia e Anna

  3. Stefania 2 luglio 2013 12:13  

    Bravissimi...Bellissimo !!!!

    Sembra freddo però ...

    Stefania

  4. Rita 2 luglio 2013 14:49  

    Complimenti a tutti!
    Neve.... Pazzesco!

  5. STEFANO 3 luglio 2013 20:51  

    sembra una foto di quest'inverno.
    complimenti a tutti!
    Styv

  6. Silvano 4 luglio 2013 14:24  

    Bravissimi ...
    ma mi vien freddo solo a pensarci

  7. Anonimo 4 luglio 2013 19:03  

    Bravo Zio!!!
    dual