10

20130102_121433Asiago é un bel posto per correre, decine di Km di sentieri e strade di montagna a disposizione per disintossicarsi dall’asfalto che spesso caratterizza i miei allenamenti. Come faccio ormai da vent’anni, anche queste feste natalizie decidiamo di passarle in montagna e le mie fidate Mizuno già mi attendono nella piccola scarpiera insieme alle pedule ed alle ciaspole che avevo dimenticato lo scorso Natale. Parto con la convinzione di correre molto dato che mi avevano detto che non c’era neve, invece pur se non in grande quantità la trovo e trovo anche tutti i sentieri innevati. Direte <<ottimo, così si possono usare le ciaspole>. Io però ho le ciaspole da corsa e di neve non ce ne è abbastanza per non rovinarle nei tratti scoperti, inoltre il rialzo delle temperature ha creato lastroni di ghiaccio incredibili che impediscono anche di correre normalmente, per non  parlare poi dello stato dei marciapiedi, trasformati in deposito neve dato che nessuno li ha puliti.
Quindi, niente ciaspole e niente corsa?
Tommy, il mio fidato Jack Russell, non è di questo avviso quindi si prova a correre lo stesso.
Tre o quattro rovinose cadute mi suggeriscono di desistere ed evitare di farmi più male del dovuto.
Cosa possiamo quindi fare?
Chiedo suggerimento al mio vicino e presidente degli alpini di Asiago il quale mi suggerisce i mini ramponi da ghiaccio che vedete nell’immagine. Poca spesa, 12 euro, ma grip garantito; Tommy è contento, si torna a correre.

Pilo

10 commenti
  1. Massimo Colombo 3 gennaio 2013 20:30  

    Miniramponi da ghiaccio. Questa mi mancava.
    Bella idea.

  2. DualMarco 4 gennaio 2013 00:08  

    Pilo sei sempre avanti!!!!
    dual

  3. Fiurash 4 gennaio 2013 19:53  

    Eh già, io però non li ho ancora provati... li avevo presi trovandoli nel mio breve soggiorno londinese a 6.50£= circa 8.5€

  4. Il Poggio 5 gennaio 2013 09:14  

    Principiante, ti mostrerò i miei!!!!

  5. Anonimo 7 gennaio 2013 18:49  

    Bella Poggio mostra la foto dei nostri CT climbing! Usati in quota su neve ghicciatissima anche in forte pendenza...
    Alberzek

  6. Anonimo 14 gennaio 2013 15:18  

    he he he provati anch'io, ma per correre non ci siamo. Alcune settimane fa ho acquistato su internet quelli ad hoc per il trail running ( http://www.turtles.it/pdf/nordic_scheda_tecnica.pdf ). perfetti su ghiaccio, incollati alla scarpa e li uso anche sullo sterrato. tutto un altro mondo....
    ciao,
    Giova

  7. Anonimo 14 gennaio 2013 18:14  

    Giova ti piace vincere facile? confronti i ramponcini Nortec con la cineseria? I nordic della Nortec sono un prodotto professionale che costa oltre 40 € (non serve andare su internet, li trovi anche da Max Sport a Schio) quelli postati da Pilo costeranno 15 €.

    ciao da Massimo G.

  8. pilo 14 gennaio 2013 18:54  

    I professionisti son sempre professionisti.
    12€ non un centesimo di più
    Scopo.?.Non cadere.
    Risultato? Ottenuto.
    Buone corse., senza cadute.

  9. pilo 14 gennaio 2013 18:55  

    I professionisti son sempre professionisti.
    12€ non un centesimo di più
    Scopo.?.Non cadere.
    Risultato? Ottenuto.
    Buone corse., senza cadute.

  10. Massimo G. 14 gennaio 2013 20:17  

    si si Pilo hai ragione, se il risultato è raggiunto va bene, è quello che conta.
    Però io ho corso tanto sulla neve e sul ghiaccio e in passato anche tante cadute. Ho iniziato oltre 5 anni fa ad attrezzarmi con delle catenelle da neve (della Turtles) ed ora sono approdato a queste Nortec che sono davvero il meglio attualmente sul mercato. La differenza con quelle della tua foto è che con le Nortec (ma anche con le vecchie Turtles) corri anche con le discese ghiacciate, cosa che non puoifare se non hai l'antiscivolo anche sul tacco. Oltretutto stanno diventando obbligatorie in molte gare, vedi Collontrek (addiritura ti dicono queli devi usare - con punte anche nel tallone!). Quindi per me 49€ ben spesi (non lesino alcune decine di euro sugli accessori importanti che uso quasi quotidianamente)
    In ogni caso, BUONE CORSE!
    Massimo