1

MISSIONE KENIA

Pubblicato il 14.2.09

Molti di voi sono al corrente che Marco Rampi, nostro socio ed amico, ha deciso di prendersi un periodo di riflessione dal lavoro di consulente finanziario, per dedicarsi al volontariato.   Non si è accontentato però di restare in zona lavorando magari per la croce rossa SOS della Valbossa, no! ha deciso che bisognava cambiare aria ed andare ad aiutare i più bisognosi del mondo.   E’ così che ha maturato il progetto di partire per l’Africa ed andare in Kenia a dare una mano ad un orfanatrofio di Mombasa.

Qui sta facendo un’esperienza umana che forse lo cambierà in meglio (se ce ne fosse bisogno) e che porterà nel suo cuore tutta la vita.  Qui ha conosciuto bambini piccolissimi che hanno bisogno di tutto ma soprattutto dell’amore di qualcuno.

Riporto uno stralcio di un suo post dal blog che cura per tenerci informati.

Provo a tratteggiare giusto due 2 immagini che mi hanno molto colpito e riempito di commozione anche se non e' facile trasmettere a parole delle sensazioni che bisogna vivere direttamente.

La prima sono gli occhioni grossi di Lewis (che come vi ho detto e' il mio preferito, ndr) pieni di lacrime per essersi bagnato tutto di pipi'. Lo hanno messo a riposare nel suo lettino e sapendo che se la fa spesso addosso hanno messo un telo di plastica .. cosi' si e' formato il laghetto e lui rotolandosi nel sonno si e' bagnato tutto. Son entrato nel dormitorio sentendo le sue urla (cmq, qui i bimbi piangono molto meno, ndr). Mi si e' attaccato al collo implorando semplicemente di essere cambiato ...

L'altra e' la semplicita' di Melody, bimba di 3 anni, che l'altro giorno stavo facendo mangiare in veranda. Ad un certo punto mi dice "maji", acqua. Prende a va verso la cucina. Ritorna, mi prende la mano e mi trascina in cucina. L'acqua e' in una tanica (stile le nostre della benzina, ndr) troppo pesante per lei. Verso l'acqua e lei col suo bicchiere in mano corre verso la veranda. Meta' acqua si riversa lungo il tragitto. Non ci faccio nemmeno caso visto le condizioni generali della fattoria. Lei invece la pensa diversamente! Senza che nessuno le dicesse nulla, torna in cucina e con uno straccio asciuga tutto il tragitto.

Spero di essere riuscito a trasmettervi qualche sensazione di quello che si vive quaggiu'.

Missione Kenia ha necessità di un aiuto concreto anche da parte nostra.  Marco si farà garante che il denaro che verrà raccolto vada effettivamente ad aiutare i “suoi” bambini.   Chi volesse dare un piccolo contributo può farlo tramite Angelo De Mieri, Marco Zarantonello ed il sottoscritto Claudio Pilotti.   Sarà nostra cura e cura di Marco ragguagliare di tanto in tanto su come sta andando questa grande avventura.

Chi volesse seguire Marco sul suo blog lo può fare cliccando qui

1 commenti
  1. Scheggia97 15 febbraio 2009 17:01  

    In bocca al lupo e complimenti per l' impegno a Marco.